La “parabola” sulla suddivisione-moltiplicazione di sacchi e cartellini dei semi di Cannabis Sativa: le ultime

Giuseppe Grifeo

Giornalista professionista

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Giacomo Ricci ha detto:

    “L’unico altro modo per suddividere un sacco è farselo ricartellinare nei sacchi-frazione da una ditta sementiera”.
    Una domanda se qualcuno sa rispondere: un vivaista è autorizzato a fare sacchi-frazione?

    • Giuseppe Grifeo ha detto:

      Buon pomeriggio! In teoria solo una ditta sementiera può ricartellinare una porzione di sacco. Il tema è ancora nell’ambito delle proposte (come da articolo) quindi è soggetto a ulteriori approfondimenti e, se si muovessero (ormai ci sono le elezioni), con definizione finale e ufficiale da parte dei ministeri coinvolti

  2. Andrea ha detto:

    Credo che tutta questa storia sia un teatrino ben attrezzato per far sì che la gente si accosti sempre più a queste associazioni di categoria….le soluzioni semplici e lineari esistono ma metterle a conoscenza di tutti sarebbe troppo comodo cadrebbe quella sorta di monopolio che si sta ahimè creando intorno a questo business….ci stiamo a rompere la testa con soluzioni e autodenunce fantascientifiche quando in realtà non esisterebbe cosa più semplice che comprare un sacco,dividerlo e rivenderlo in porzioni,ogni porzione viene corredata con copia del cartellino originale del sacco sopra la quale il venditore scriverà il quantitativo venduto….viene da sé che di un sacco da 25kg se frazionato in dosi da kg,per quel determinato cartellino non potranno esserci in giro più di 25copie di cartellino originale recanti il peso di un kg….. semplice ma così facendo dov’è quel terrorismo psicologico che stanno facendo per incentivarci a non provare??……purtroppo la legge non è chiara e le associazioni dettano regole a loro beneficio…..ma avete provato ad andare ad autodenunciarvi?…..prossimamente pubblicherò il reality denominato il calvario del futuro canapicoltore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *